V Conto Energia Cosa Cambia

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Email -- 0 Flares ×

Partiamo da una breve premessa, installare un impianto fotovoltaico con i V conto energia è ancora conveniente. A conti fatti se si considera il calo dei prezzi dei componenti, a partire dai pannelli, le condizioni che si registrano in questo momento sono tra le migliori mai esistite.

Spieghiamo in maniera sintetica come funzione il V Conto Energia e cosa cambia.

Circola infatti una cattiva informazione riguardo la realizzazione di impianti fotovoltaici con il V Conto Energia: Molti di voi avranno sentito che con il V conto energia gli incentivi riconosciuti dal GSE sono ridotti, ma attenzione, i vantaggi si riducono solo per i grandi impianti, le nuove regole premiano finalmente chi installa un impianto fotovoltaico per la propria abitazione o per la propria azienda.

 

Perché le nuove regole convengono di più alle famiglie e alle imprese?

Perché viene premiato l’autoconsumo, ossia chi produce energia pulita e ne auto-consuma una buona parte per i costi della propria abitazione o della propria azienda.

Gli incentivi si riducono ma perchè si sono ridotti nel tempo anche i costi degli impianti, la convenienza è la stessa.

Ma allora come funziona il V conto energia?

Lo Stato premia chi produce energia pulita, lo fa con degli incentivi che durano per 20 anni e che per quei 20 anni, restano quelli stabiliti all’inizio, così da non avere spiacevoli sorprese.

* – Secondo semestre di applicazione 27/02/2013 – 26/08/2013

** Il GSE riconosce, sull’energia prodotta, una ulteriore tariffa incentivante per l’utilizzo di prodotti made in EU pari a 20 €/MWh.

Se si installa un impianto fotovoltaico, si inizia a produrre energia elettrica. Tutta l’energia che produci e che non utilizzi, viene immessa nella rete, e ti viene pagata dal GSE tramite una tariffa omni-comprensiva.

Ma c’è poi l’energia che viene prodotta e utilizzata per i propri consumi. Questa energia, non solo ti fa risparmiare sulla bolletta, ma ti viene anche pagata dal GSE tramite l’incentivo per l’auto-consumo.

I due incentivi restano ben separati: da una parte lo Stato ti paga con la tariffa omni-comprensiva per l’energia non utilizzata e immessa in rete. Dall’altra lo stato ti premia per l’energia prodotta e auto-consumata.

Adesso che è più chiaro come funziona il V conto energia non ti resta che verificare la fattibilità del tuo impianto fotovoltaico.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Email -- 0 Flares ×

Articoli Correlati:

Tags: ,

Post a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Email -- 0 Flares ×